Un’opera teatrale

è il luogo dove il mondo visibile e invisibile si toccano e si urtano.

Arthur Adamov

Chi siamo

Mine Teatranti

Cristina Palucci

Gaia Contrafatto

Martina Ciappa

“Siamo su un palcoscenico, cara!

Cos’è un palcoscenico?

Ma vedi… è un luogo dove si gioca a fare sul serio.

Ci si fa la commedia e ora noi faremo la commedia. Sul serio sai, anche tu.”

PIRANDELLO

Anche noi giochiamo a fare sul serio… sotto ogni punto di vista! Il nostro team, tutto al femminile, che condivide la passione per il teatro e la dedizione per il lavoro attoriale, non si occupa solo di scegliere copioni originali ma anche di scrivere sceneggiature inedite e brillanti. Attraverso una selezione accurata di  una regia professionale, il nostro obiettivo è quello di rappresentare sul palco la verità dei nostri personaggi, interpretati da attori professionisti. Esperienze di vita quotidiana vengono ribaltate dall’inaspettata sequenza degli eventi e grazie alla frizzante energia che si crea tra i personaggi, il pubblico non solo si diverte ma si commuove! Ed è proprio tramite le tante risate e le diverse, talvolta contrastanti, emozioni provate che lo spettatore si sente parte integrante della storia e rimane rapito da ciò che accade. 

Cosa facciamo

I nostri Spettacoli

Dal Vangelo secondo Freud

“La vita è un conflitto interiore tra le proibizioni del Super-io e le pulsioni dell’Es. Così sostiene Freud nella sua seconda topica, ossia che sono tre i luoghi che compongono la mente umana: l’Io, l’Es e il Super-io.
È proprio attraverso la storia di Nadia, giovane giornalista emergente, che scopriremo cosa intendeva Freud con questa affermazione. Perché c’è una particolarità nella nostra protagonista: Nadia, che rappresenta l’Io della nostra storia, vede e sente le due parti che compongono la sua mente, invisibili a chi le sta attorno, come vere e proprie coinquiline. E si sa, quando queste parti non vanno d’accordo… le nevrosi prendono il sopravvento e quello che può accadere diventa imprevedibile.
Lo ha detto Freud.

Credits photo: Yelley Photography.
Credits locandina: Monocromostudio.

Il Dio del massacro

di Yasmina Reza
“I Reille e gli Houllié. Due coppie sposate e sconosciute si incontrano per un fatto accaduto nelle loro vite. Quello che non sanno è che quell’incontro prenderà una piega del tutto inaspettata.
Esilarante, incisivo, feroce. Una vera e propria carneficina.
Credits Photo: Fabio Miglio.

Credits photo: Fabio Miglio.
Credits locandina: Mine Teatranti.

La Verità in Gioco

Un gruppo affiatato di amici sulla soglia dei trent’anni si appresta a trascorrere una delle tante piacevoli serate insieme. Ma quando uno di loro propone il gioco di condividere i contenuti dei messaggi e delle chiamate dei propri cellulari durante la cena, tutti si ritroveranno a dover a fare i conti con la verità celata dietro a una rete di menzogne e segreti, che sgretola i loro rapporti come castelli di sabbia.
Uno spettacolo liberamente ispirato al film “Perfetti sconosciuti” di Paolo Genovese, che riprende il suo originale ed efficace concept di base rielaborandolo in una storia del tutto nuova in chiave teatrale.

Credits photo: Carlotta Zago.
Credits locandina: Monocromostudio.

ALTRIMENTI CI LASCIAMO

Una commedia teatrale, ironica e brillante, che parla di noi: dei nostri rapporti sentimentali e della loro quotidianità, del loro deterioramento e della loro crescita.
Un terapista e quattro coppie e mezzo (?) che tentano le ultime mosse per salvare la loro relazione. Il loro problema principale? Il sesso.
La relazione e la sua intimità sono un duro lavoro.
Ma questo duro lavoro per ristabilire l’equilibrio, è sempre la soluzione giusta.
Non sappiamo se abbiamo le giuste risposte ma del resto, si sa, in amore non esistono regole e la ragione sta sempre nel mezzo.

Credits photo: Monocromostudio.
Credits locandina: Cristina Pi.

CHI HA SPOSATO MIA MOGLIE?

Una commedia brillante, una satira esilarante, cinica e incalzante; tutti i luoghi comuni sul matrimonio e il suo significato sentimentale vengono capovolti e sbeffeggiati dalle inverosimili reazioni dei personaggi, che si troveranno in una situazione paradossale. Insomma, vi siete mai chiesti cosa succederebbe se uno sposo non si presentasse al suo matrimonio?
Anzi, se si presentasse il giorno dopo? Come reagirebbe la sposa? Le suocere? Il suo testimone?
Cosa sarebbe in grado di inventarsi un wedding planner per salvare il salvabile?
Dimenticate tutto quello che c’è da sapere sull’amore insomma.

Credits photo: Francesco D’Alessio, Epifanio Laporta, Mikael Perfetti.
Credits locandina: Francesco D’Alessio.

Partners

Contatti

Telefono

345-8422954

email

info.mineteatranti@gmail.com